Borsellino: “Da spettatore al processo per la trattativa”

Salvatore Borsellino al convegno sulla trattativa Stato-mafia.

di redazione informaresicilia.it – 2 ottobre 2013

SIRACUSA. Alla fine del suo intervento ha agitato in aria un’agenda rossa. Salvatore Borsellino, fratello del magistrato ucciso dalla mafia nella strage di via D’Amelio, ha ripetuto anche a Siracusa un gesto che lo ha reso famoso. Nel salone di palazzo Vermexio, il primo in Italia intitolato al giudice vittima dell’attività stragista della mafia nel 1992, Salvatore Borsellino ha rilanciato i temi a lui cari, relativi alla trattativa fra Stato e mafia in quell’inizio degli anni Novanta.

Invitato dal movimento “734”, Borsellino ha fatto riferimento all’inizio del processo sulla trattativa Stato-Mafia. Lo ha fatto nel corso del convegno al quale, tra gli altri, ha partecipato l’ex componente della commissione Antimafia della Camera, Fabio Granata. “Purtroppo sono diventato uno spettatore di questo processo – ha detto – ma lo sento mio perché della questione della trattativa ne parlo ormai da anni e mi hanno preso anche per pazzo considerandola una tesi fantomatica. Ebbene oggi, in moti si stanno ricredendo soprattutto alla luce del fatto che alcuni uomini e pezzi dello Stato si trovano oggi sul banco degli imputati. E’ da anni che accuso l’ex ministro Nicola Mancino di mentire sull’incontro avvenuto il primo luglio 1992 a Palermo. Adesso che c’è il processo lo seguirò tutto anche se da spettatore. Al contrario del Gip, i giudici della Corte d’Assise non hanno accolto la richiesta del movimento agende rosse di costituirsi parte civile. Sarò comunque presente per accompagnare i magistrati sulla strada della verità e della giustizia”.

Al processo per la trattativa era entrato dalla finestra l’ex pm Ingroia, sostituto processuale, ma proprio nelle ultime ore si è registrata la revoca da parte dei giudici perché un magistrato che si dimette dal proprio incarico non può per la durata di un anno partecipare in qualsiasi veste al processo nella sede in cui ha occupato la carica di pubblico ministero.

da: Informaresicilia.it

Lascia un commento